fbpx

Ciao! Oggi vi parleremo dei siti Internet utilizzabili anche su dispositivi mobili, delle caratteristiche che dovrebbero avere. Vi daremo poi qualche consiglio su come far diventare il vostro sito “amico”, o friendly, di un dispositivo mobile.

Con l’avvento degli smartphone il numero degli utenti che naviga su Internet da un dispositivo mobile è cresciuto in maniera esponenziale. Secondo le statistiche Questa tendenza aumenterà ancora in futuro. Quindi che cosa aspettate ad ottimizzare il vostro sito per mobile?

Mani con Smatphone

Per adattare il vostro sito in modo che sia ottimizzato anche per i dispositivi portatili, ci sono due azioni fondamentali da compiere.

  • La prima riguarda l’adattabilità delle pagine allo schermo di uno smartphone o di un tablet. Non ci deve essere bisogno di zoomare in continuazione sui contenuti per riuscire a vederli. Il sito deve essere scorrevole.
  • La seconda riguarda invece la “pesantezza” dei contenuti del sito. I dispositivi mobili, a causa di una banda larga limitata, non sono in grado supportare valanghe di dati. Pertanto il vostro sito andrà alleggerito, facendo particolare attenzione alle foto o ai video.

Ultimamente Google sta mettendo in atto quello che in molti chiamano MobileGeddon: se il vostro sito non è ottimizzato per mobile, la vostra posizione di ranking su Google peggiorerà. Pertanto per evitare di perdere visibilità, vi consigliamo di rimediare.

Google agisce in questo modo, perché il traffico da mobile è in continuo aumento e rappresenta oramai una buona parte delle ricerche.

Campioni colore

Bene, speriamo che vi sia chiara l’importanza di avere un sito adatto a mobile. Passiamo ad alcuni strumenti di verifica per controllare se il vostro sito sia o meno mobile friendly.

  • Il primo è un test di Google. E’ abbastanza semplice da usare ed è disponibile in diverse lingue. Sfortunatamente però è in grado di verificare l’usabilità su solo questo motore di ricerca. Basta inserire l’URL nella barra di ricerca e cliccare su “Analizza”. Utile è il fatto che questo servizio offre anche una serie di anteprime per migliorare il sito.
  • Il secondo è W3C Mobile Checker. É solo in inglese ed è uno strumento che solo gli esperti del settore sono in grado di usare. Verifica che il contenuto si adatti a seconda del dispositivo: 640 x 960 XHDPI, o 640 x 1100 XHDPI o 800 x 1280 HDPI.
  • Infine c’è l’analisi del sito web di IONOS. Si occupa di verificare quanto il sito sia ottimizzato sui motori di ricerca attraverso l’URL, oltre che la sua sicurezza e la sua velocità.

Le sette porte

Ma ora passiamo alla parte più pratica. Cerchiamo di capire come creare un sito che si adatti ai dispositivi mobili.

  • Siti solo per mobile

Potete creare due siti differenti: uno per dispositivi mobili e l’altro per desktop. In questo modo, però, l’URL, ossia l’indirizzo del sito, cambia a seconda del dispositivo usato per la visualizzazione. Riconoscere questo genere di sito solo per mobili è semplice in quanto l‘indirizzo comincia per “m.”.

Il fatto di avere due siti distinti permette di ottimizzare alcuni contenuti rispetto ad altri in maniera del tutto indipendente. Ad esempio se volete che un contenuto sia visibile da mobile, che dispone di un traffico limitato, lo alleggerirete in modo che non ci metta troppo a caricarlo.

Lo svantaggio principale è dato dalla necessità di cambiare due volte il contenuto, richiedendo maggiore attenzione da parte vostra e tempistiche più lughe. Inoltre questo sistema porta alla moltiplicazione dei contenuti.

Si tratta di un sitema che oggi non è più utilizzato, grazie alle migliori performance dei dispositivi mobili.

  • Layout adaptive

Nel caso del layout adaptative avrete un unico sito ed un unico URL. Il sito si adatterà a seconda di alcune griglie già predefinite. Pertanto non su tutti i dispositivi mobili sarà possibile avere una visualizzazione ottimale.

L’aspetto positivo è che in caso vogliate modificare un contenuto potrete farlo in un’unica soluzione.

  • Layout responsive

A differenza del layout adaptive, quello responsive è flessibile. Permette al vostro sito di adattarsi a qualunque schermo.

Anche in questo caso sia l’URL che il sito sono unici: se volete modificare il sito, basterà farlo una sola volta.

Inoltre dovete sapere che Google preferisce il layout responsive. Questo porterà il vostro sito ad una posizione di ranking più alta.

Gli svantaggi sono legati alla complessità di creazione, specialmente in caso non siete degli esperti in materia.

Adattatore

In più esistono degli elementi aggiuntivi detti Plug-in Mobile per i CMS (sistemi per la creazione semplificata di siti, come per esempio WordPress), che rendono direttamente responsive o adaptive i contenuti da voi creati.

Tuttavia questo limita il controllo sul layout del sito quando viene visualizzato da mobile, riducendo la personalizzazione.

Speriamo che questo articolo vi sia stato d’aiuto, ma se volete adattare il sito della vostra attività ai dispositivi mobili, contattaci sapremo adattare il vostro sito ad ogni dispositivo! Contattaci e prova!