fbpx

Continuiamo anche in questo articolo a parlare di Social Media Marketing

però lo faremo fornendovi le dritte per comprendere perchè una strategia di Social Media Marketing funzionante fa la differenza. 

Partiamo dall’inizio.

Per un’azienda, o comunque un libero professionista, l’approdo sui vari social network è un evento fondamentale, in quanto permette prima di tutto di raggiungere nuova utenza, e quindi persone potenzialmente interessate ai servizi proposti, e poi far conoscere al meglio questi ultimi in modo da mostrare le proprie competenze professionali.

Prima di arrivare alla messa online della pagina aziendale su Facebook o Instagram, però, è bene conoscere le basi che fanno sì che tutto funzioni come si deve! 

Ebbene sì, sto proprio parlando della creazione di una strategia di Social Media Marketing, pensata ad hoc, per il progetto che si vuole sviluppare.

Questa è una fase abbastanza complessa, però necessaria.

Ogni strategia è differente a seconda degli obiettivi preposti, e del tipo di mercato a cui ci si rivolge, ma le parti che la costituiscono sono abbastanza costanti.

In primo luogo è necessario compiere un’analisi dell’azienda: guardare alla sua storia, ai tipi di servizi e prodotti proposti, valutare quali di questi  hanno funzionato meglio e perché, in modo di capire verso quale fascia di mercato rivolgersi, se per esempio a un ragazzo appassionato di videogiochi, o un a un adulto web-developer.

Lo scopo di questa fase è quindi capire quali sono i punti di forza dell’azienda, quali le problematiche, iniziare a impostare un tipo di immagine online che rispecchi quanto voluto e che al tempo stesso sia riconoscibile per tutte le caratteristiche individuate tra i possibili competitor presenti.
Non a caso, subito dopo questa prima fase, c’è l’analisi dell’immagine aziendale di quest’ultimi in modo da comprendere anche quale social network occupare e quale fetta di mercato è libera e disponibile per essere occupata.

tessere da scarabeo che formano la scritta Internet

La seconda fase di una strategia di Social Media Marketing è la definizione di una linea editoriale; questa consiste nello stilare gli obiettivi dell’azienda e impostare il metodo per raggiungerli, in maniera concorde alle sue peculiari caratteristiche e ai social che si è deciso di occupare (ovviamente i tipi di contenuti riservati ad esempio a Facebook sono differenti rispetto a quelli per Instagram o LinkedIn). 

Inoltre, sono da specificare il tono, formale o meno, da tenere nelle varie piattaforme, e le tappe intermedie per raggiungere gli obiettivi preposti, come ad esempio l’uso di sponsorizzate o magari un particolare tipo di post.

In questa fase è molto importante stabilire anche il target, ovvero a chi e a quale pubblico si dovranno rivolgere i contenuti della pagina, in modo che ci sia un riscontro positivo immediato e di conseguenza, anche come dovranno essere impostate le sponsorizzare per poter raggiungere quel pubblico più facilmente.

I contenuti sono ciò che il pubblico vedrà di tutta la strategia sulla pagina.
Per pianificarli vengono pensati argomenti che racchiudono un tema generico, e di volta in volta nel tempo, vengono cambiati in modo da non annoiare il pubblico e proporre sempre qualcosa di nuovo e interessante.

La parte finale di una strategia è il piano editoriale, ovvero una pianificazione scritta in cui sono riportati di giorno in giorno, a seconda della programmazione temporale scelta, tutti i post, specificando anche la loro forma, che sia testo, foto o video

Il piano editoriale, in genere, viene programmato di mese in mese, e approvato sia da chi lo prepara che dal proprietario della pagina aziendale. 

E’ tramite questo che si riassumono tutte le analisi svolte nella strategia, quindi è di fondamentale importanza che sia preciso e ordinato.

Successivamente, si procede alla creazione della pagina e alla programmazione dei post; all’inizio qualche post sarà di prova, perchè è necessario verificare che effettivamente il piano funzioni o che ci sia la necessità di qualche modifica. 

Bisogna sempre tenere a mente che nell’ambito del Social Media Marketing si ha a che fare con persone, e che la variabilità nel quale un particolare post o argomento editoriale può andar bene o male è molto elevata.

Detto ciò, non resta altro che provare, sperimentare, correggere gli eventuali “errori”, migliorare tutto ciò che può essere migliorato, e ripetere ciò che invece ha riscosso risultati.