fbpx

L’argomento ecommerce è di massima attualità poichè in molte aziende, causa il Covid-19, hanno subito notato un grande aumento degli acquisti online e di conseguenza una grande opportunità da cogliere.
Al contempo molti dubbi ed incertezze sono nati, subito a partire dalle prime consulenze. Parte di questi sono dovuti alla difficoltà, per un imprenditore, di possedere le competenze informatiche e legali per avviare con le proprie forze un negozio online.

Ci sono però alcuni elementi fondamentali che chiunque può verificare di aver messo in pratica prima di lanciare online il proprio ecommerce: innanzitutto la massima considerazione dell’esperienza offerta dal negozio virtuale, poiché una user experience gratificante è il tassello fondamentale per incrementare le vendite.

Ecco allora i Must Have dell’ecommerce che favoriscono la vendita secondo la nostra esperienza.

Un Brand riconoscibile in cui identificarsi

Il tuo Brand è il biglietto da visita, la prima fonte di visibilità e di fiducia.
Se gli utenti ricordano un brand sarà questo che digiteranno nella barra di ricerca del loro browser, e non, per esempio, keyword comuni anche ai concorrenti = clienti assicurati e senza costo di acquisizione.

Sconti,omaggi e spedizione gratuita

Sconti, omaggi, bundle di prodotti e spedizione gratuita sono solo alcuni esempi di come poter catturare catturare subito la sua attenzione con offerte credibili e allettanti. Ricordiamoci che spesso il cliente decide in base alla convenienza economica.

Novità e prodotti in evidenza

L’homepage dell’ecommerce è il luogo perfetto per trovare spunti e suggerimenti per i clienti abituali, pronti a ricevere idee per i prossimi acquisti.

Compra, registrati e cerca

Ogni ecommerce che si rispetti deve avere tre sezioni ben riconoscibili: un box di ricerca, l’icona del carrello (simbolo universale di acquisto) e il login.
Questi tre elementi devono essere sempre in bella vista, a portata di click.

Metodi di pagamento

Un altro importante elemento grafico che trasmette sicurezza sono le icone che riassumono i metodi di pagamento disponibili: qualunque carta il futuro cliente abbia in tasca, deve trovare velocemente la conferma di poterla usare. Non solo Paypal ma anche Stripe, Carta di Credito, Amazon Pay, Nexi, Bonifico bancario, contrassegno, ecc.

Social Media Marketing

I social media sono un buon veicolo di traffico verso gli e-commerce? Assolutamente sì.
Sono molte i progetti che evidenziano questa realtà: pur variando alcuni dati, sono sempre stati ricompensati dalla fiducia nei social. Promuovere, informare e contattare clienti fidelizzati aumenta il numero di potenziali clienti.

Assistenza telefonica e live chat

Il tallone d’Achille degli eCommerce è l’assenza del rapporto umano: per sopperire, una linea telefonica sempre attiva (anche semplicemente un WhatsApp Business) e una live chat devono essere sempre a disposizione del cliente per risolvere dubbi e problemi, o magari proporre una consulenza in diretta per far percepire quel valore aggiunto che porta a chiudere l’acquisto con maggiore convinzione.

Negozio tradizionale

Non applicabile a tutti ma di grande rilevanza: chi già possiede un negozio su strada dovrebbe renderlo ben noto, esplicitandone chiaramente l’indirizzo.
Acquistare dal vivo, cogliere i consigli del commesso e ottenere una consulenza gratuita di persona, potrebbe essere il vero scopo di alcuni utenti che navigano solo per informarsi. Il suggerimento a nostro avviso vale sia per le piccole realtà locali, sia per le catene di negozi.

Marchi di garanzia e sicurezza

L’ultimo consiglio che mi sento di dare riguarda la sicurezza: soprattutto nel caso di brand poco conosciuti, non ancora dotati di una reputazione solida e condivisa, è un’ottima idea rassicurare gli acquierenti con loghi e marchi che certifichino l’affidabilità del sito dal punto di vista informatico (antivirus, connessione sicura, pagamenti sicuri, assistenza veloce) e da quello commerciale (associazioni di categoria, marchi di qualità, ecc).

Conclusione sui Must Have

Alla fine di questa breve panoramica avrete già un’idea di come tanti piccoli dettagli vadano a influire sull’esperienza di acquisto e allo stesso tempo non è un operazione istantanea “vendere online” ma prevede uno studio strategico del progetto a partire da un’approfondita conoscenza del cliente ideale.
Se avete qualche domanda scriveteci sui social o qua sotto nei commenti!

A presto,
Daniele